Strumenti personali
Tu sei qui: Portale PIAZZA 1 BIBLIOTECA Ninnj Di Stefano Busà, Eros e la nudità, Ed. Tracce, 2013

Ninnj Di Stefano Busà, Eros e la nudità, Ed. Tracce, 2013

Antonio Spagnuolo

 La ricchezza di metafore, che affollano deliziosamente questa nuova silloge, è il sussurro colorato che trasforma la poesia in un canto sempre più musicale e penetrante.

Ninnj Di Stefano Busà non è nuova nell’agone contemporaneo, e rappresenta senza alcun dubbio una delle figura più impegnate sia nella ricerca della scrittura, che la distingue per oculatezza e poliedricità, sia nel campo culturale sociale, per la sua dedizione quotidiana alla diffusione della poesia stessa.

Le tre prefazioni che aprono il volume, a firma di Walter Mauro, Plinio Perilli e Arturo Sachwarz, avviano alla lettura in maniera pacata e pregnante, dotate come sono di quel sottile impegno critico, che scava, con intelligenza ed emozione frenata, per evidenziare i pregi di un lavoro condotto in maniera estremamente equilibrato.

Eros ripete in queste pagine ogni suo discreto ed indiscreto piacimento, sfruttando l’improvvisazione della sfida, o la pungente intensità del desiderio, per divenire luce abbagliante e accattivante:

"Fomentare la luce, immaginarla

tra le pieghe del corpo: scivolarvi dentro,

intonarvi una canzone mai indossata,

(udita solo in sogno):

un battere d’ali in un remoto altrove,

oltre i giorni quieti della nudità,

come se fosse l’ultima volta."

E la nudità, che a volte lo stesso Eros richiede impertinentemente, si presenta cauta e ingenua, per prestarsi ad una verità conosciuta e mai reinventata, per rincorrere come un lieve pensiero gli anfratti che le pieghe della pelle riescono a comporre.

"S’intreccia ora all’azzardo

quel vento che odorava di cielo,

come un suono dolcissimo che ti abbandona,

un lembo di carne che si ripiega

nel sonno e coglie il sensuale desiderio

dei corpi."

Gli elementi schietti che si rapportano all’umano sentire, intenso e a volte reso mitico perché soggiogato dalla memoria, sono desideri non immaginari o virtuali ma reali e frenetici che si susseguono tra i versi più trasparenti e impegnati.

Azioni sul documento
« settembre 2019 »
settembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30
Navigazione